smartLOGO | smartLOGO | Il team.
Il team smartLOGO è composto da tre giovani ingegneri, Roberto Caldelli, Matteo Casini, Rudy Beccarelli
smartLogo, team, Roberto Caldelli, Matteo Casini, Rudy Beccarelli, start up
14
page-template-default,page,page-id-14,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

IL TEAM

Roberto_Caldelli

Roberto Caldelli

 

Laureato in Ingegneria Elettronica (indirizzo Telecomunicazioni) nel 1997 ed ha ottenuto il Dottorato in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni nel 2001, entrambi presso l’Università di Firenze. Dal Settembre 2005 è Ricercatore.

Matteo_Casini

Matteo Casini

 

Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni nel Marzo 2010, presso l’Universit‡ degli Studi di Firenze.
Attualmente Ë ricercatore e sviluppatore del MICC – Centro per la Comunicazione e Integrazione dei Media.
I suoi principali campi di indagine riguardano l’analisi e dell’implementazione di strumenti di media security per applicazioni mobile e per la distribuzione dei dati in ambienti interattivi.

Rudy_Becarelli

Rudy Becarelli

 

Laurea in Ingegneria Elettronica nel Febbraio 2004, presso l’Università degli Studi di Firenze.
Correntemente ricercatore e sviluppatore presso il MICC – Centro per la Comunicazione e Integrazione dei Media, Phd nel Febbraio 2016 in Ingegneria Informatica.
I suoi principali campi di indagine riguardano la progettazione e lo sviluppo di applicazioni J2EE orientate all’integrazione di servizi di elaborazione dei segnali, in particolare immagini e video; autenticazione di immagini nel contesto dei media scambiati su SN; digital forensics; adversarial machine learning.

STARTUP STORY

L’idea di smartLOGO nasce durante un evento sulla digital technology, quando il team si accorge che sempre più frequentemente vengono associati strani codici, chiamati QR-Code, alle immagini dei loghi aziendali. Il commento è stato: “Perché non facciamo qualcosa per recuperare le informazioni direttamente dalle immagini dei loghi, invece di dover utilizzare questi “codici a barre”.

Con smartLOGO si voleva realizzare un sistema che permettesse la condivisione di contenuti online aggiornabili, attraverso diversi canali offline, valorizzando l’immagine del logo e fidelizzando l’utente finale.

E’ iniziato tutto così, mettendo nero su bianco questa idea e presentandola all’edizione 2011 del contest Working Capital promosso da Tim, arrivando in finale e vincendo il grant che avrebbe permesso in un anno di sviluppare il primo prototipo.

Ricevendo i feedback da parte del mercato, il sistema smartLOGO è stato ulteriormente affinato fino al 2014, anno in cui con il premio “Una nuova idea d’impresa” promosso dall’incubatore INNOVAMI e con l’inizio della collaborazione con le aziende Wellcare e Ottosunove, il progetto ha raggiunto lo stadio attuale.

PARTNERS